Tel. +39 0961915154 3939952760

Aree dello Studio

Posturologia

"Per postura intendiamo la strategia impiegata dal sistema neuro-muscolare e scheletrico, reagendo alla forza di gravità ed alle accelerazioni, per l'espletamento delle funzioni motorie (statiche o dinamiche) richieste nell'attuale particolare esigenza:

- Nella maniera più economica possibile (minimo consumo energetico e attività muscolare tonico-fasica)
- Con la massima stabilità (massimo equilibrio dinamico)
- Con il massimo confort (minimo stress sulle strutture anatomiche osteo-legamentose e fasciali)

La posturologia clinica ha come campo elettivo di indagine il Sistema Posturale "Fine", un sistema cibernetico-autonomo che capta ogni minima variazione di posizione  del corpo nello spazio e nel suo ambiente tramite il sistema visivo, vestibolare, tattile plantare, propriocettivo, stomatognatico. Tale indagine avviene attraverso test diagnostici neurologici, clinici, biomeccanici, strumentali. Tutto ciò per evidenziare al meglio la vera causa della disfunzione posturale e poterla correggere, previa manipolazione manuale se necessario, con quella che viene definita "programmazione posturale", ovvero l'applicazione di solette plantari, bytes/alph o prismi oculari ad azione privileggiata sul Sistema Posturale "Fine". In questa maniera il paziente posturale si riprogramma autonomamente, lasciando che sia la "intelligenza innata" del corpo ad eliminare la disfunzione e a favorire il ripristino della salute. In quanto disciplina trasversale, la posturologia e quindi il Posturologo risulta essere la figura chiave in un discorso di riabilitazione globale: dentisti gnatologi (se possibile), kinesiologi, osteopati, chiropratici, esperti TOP, podologi, ortopedici dovrebbero fare tutti capo al Posturologo, questa figura che coordina l'intero staff e soprattutto monitorizza costantemente le correzioni per verificare che siano state memorizzate dal Sistema Tonico Posturale e quindi dal Sistema Nervoso Centrale. In questi ultimi anni la posturologia clinica si sta diffondendo a macchia d'olio e molti, purtroppo, si improvvisano "posturologi" sebbene abbiano veramente poche competenze.
Inoltre il business che ruota intorno a protesi come byte e solette è piuttosto fiorente, per cui si applicano tali correzioni con molta superficialità e leggerezza.
Il dentista serio non dovrebbe mai applicare un byte senza essersi confrontato con altri specialisti, e la stessa cosa dovrebbe fare il serio podologo con le solette propriocettive: tutto ciò è eticamente scorretto ma soprattutto è il paziente a farne le spese, e non solo economicamente, in quanto la sua già precaria situazione posturale potrebbe peggiorare in maniera drammatica.
Solo il lavoro d'èquipe può offrire al paziente la garanzia di una riprogrammazione posturale corretta e soprattutto monitorata nel tempo.